SoliTarieta’

di Clarissa

Nella magione di 1000 querce tranquilla e ridente cittadina situata nella Valle dei Conigli nella California del sud, tutto e’… appunto, tranquillo, anche troppo.

Il Doc e’ partito per un tour europeo della durata di due settimane con tappe a Parigi, Francoforte e Londra piu’ due weekend a R. il-posto-piu’-bello-del-mondo dove vivono i suoi genitori (e a 5km da li’ vivono i miei genitori).

Se essere da sola quando vivevamo a Boston o a Philadelphia non mi pesava piu’ di tanto perche’ avevo i miei amici e l’abbonamento a Netflix per vedere tutti i film che il Doc trovava terribilmente noiosi, qui–senza amici e senza Netflix–la trovo veramente dura.

Oggi, giorno 3 di 14,  dalla magione di 1000 querce ho visto solo due esseri viventi: un giardiniere che lavorava sulla Collina dei Conigli ed un vicino nel suo garage che sicuramente non si era accorto di essere guardato perche’ io ero alla finestra del bagno con le luci spente. Se mi avesse visto, avrebbe pensato che ero un po’ matta… In compenso, dal punto di vista naturalistico oggi ho visto un coniglio selvatico, due lucertole ed un numero imprecisato di uccellini venuti a mangiare le bricioline nel mio patio. Non ho neanche visto Fonzarelli, il bullo del quartiere.

Grazie alla tecnologia (Skype) ho potuto vedere e parlare con la mia nipotina AA, con la mia amica M. e con il Doc e anche chattare con la mia amica E.; invece su FB ho chattato con uno stuolo di italiani che stavano ascoltando il concerto dei Coldplay a Torino, mia citta’ natale, trasmesso in diretta da radio RTL 102.5. Peccato che il concerto fosse udibile solo per radio e non via internet e che io mi dovessi accontentare dei loro aggiornamenti sulle canzoni che stavano cantando. Qui, dalla Valle dei Conigli ribattezzata Valle di Lacrime ho invidiato non poco i miei connazionali ed “imprecavo” contro il destino crudele…

Pero’ se domani la solfa e’ questa, a fine giornata andro’ a fare la spesa fosse anche per comperare un litro di latte e no, non usero’ la cassa automatica. In questi casi, anche scambiare due parole con la cassiera e’ un lusso a cui non potro’ rinunciare.

Annunci